LE CARATTERISTICHE ATTUALI DELL'ATTIVITA' DISTRIBUTIVA

TENDENZE ODIERNE DELL'ATTIVITA' COMMERCIALE

 

Quali cambiamenti si sono avuti nell'attività distributiva dall'800 ad oggi?

Dall'800 ad oggi, nell'attività commerciale, si è assistito a parecchi cambiamenti:

  • sia per ciò che concerne il tipo di merci scambiate;
  • che per ciò che concerne la distribuzione geografica degli scambi.

Quali cambiamenti si sono avuti nel tipo di merci scambiate e nella distribuzione geografica degli scambi?

Fino alla metà dell'800 si scambiavano soprattutto materie prime e prodotti alimentari con prodotti dell'industria.

Inoltre gli scambi avvenivano tra paesi industrializzati e paesi coloniali o paesi arretrati e tra città e campagne.

Oggi prevalgono gli scambi di prodotti industriali tra paesi ad economia avanzata.

In che modo la pubblicità ha avuto dei riflessi sugli scambi internazionali?

Il grande ricorso alla pubblicità da parte delle azienda ha influenzato anche gli scambi internazionali creando un mercato di prodotti simili che si differenziano solamente per pochi dettagli. Si pensi, ad esempio, al commercio internazionale di automobili che hanno, praticamente, caratteristiche tecniche uguali.

Tutto ciò ha portato anche ad una maggiore concorrenza tra le industrie.

Perché, a volte, i paesi maggiormente sviluppati adottano politiche di aiuto ai paesi in via di sviluppo?

Se nel periodo del colonialismo la maggiore preoccupazione dei paesi ricchi era quella di non far nascere industrie nelle colonie, oggi spesso i paesi più sviluppati adottano politiche di aiuto ai paesi poveri anche attraverso forme di industrializzazione seppure limitate.

In questo modo i redditi di tali popolazioni crescono e ciò crea un ampliamento del mercato di sbocco per le multinazionali, oltre alla possibilità, da parte di queste ultime, di investire i propri capitali in attività redditizie.

A quali altri cambiamenti si è assistito nel commercio internazionale?

Un altro importante cambiamento che si è avuto nel commercio internazionale è legato al fatto che in passato molti scambi erano concentrati in alcune città dove le merci venivano convogliate, dove avvenivano le contrattazione per poi distriburile verso i luoghi di destinazione.

Era così, ad esempio:

  • per il mercato di Londra dove si trattavano caucciù, cacao, zucchero, caffè;
  • per il mercato di Amsterdam dove si trattavano soprattutto diamanti.

Oggi, la diffusione dei mezzi di comunicazione, ha portato ad una limitazione degli spostamenti fisici delle merci. Gli scambi avvengono direttamente tra i paesi esportatori e quelli importatori e nei grandi mercati delle materie prime e dei prodotti alimentari ci si limita a fissare le quotazioni in base a dei campioni delle merci.

Come è cambiato il commercio interno in questi anni?

Anche il commercio interno ha subito dei grossi cambiamenti nel corso degli anni soprattutto nei paesi ad economia avanzata.

Qui, i tradizionali negozi a conduzione familiare, sono stati sostituti da grandi supermercati ed ipermercati e da centri di acquisto dove è possibile trovare moltissimi negozi di vario genere. La grande diffusione dei mezzi di trasporto ha permesso una maggiore mobilità della popolazione e la collocazione, spesso, di tali strutture che occupano spazi enormi, nelle zone periferiche.

Sempre nei paesi ad economia avanzata hanno perso di importanza anche le fiere e i mercati rionali, mentre si diffondono nuove forme di commercio come le vendite per corrispondenza e le vendite on line.

Nei paesi meno avanzati, soprattutto nei piccoli centri, rimangono i negozi tradizionali e i mercati all'aperto, mentre nei centri più grandi si assiste all'arrivo delle grandi catene appartenenti alle multinazionali.

 
 


StoriaFacile.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

EconomiAziendale.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net