L'INDUSTRIA IN EUROPA

CARATTERISTICHE DEL SETTORE SECONDARIO IN EUROPA

Quanto è importante il settore secondario nell'economia europea?

Nonostante in Europa il settore più sviluppato sia quello terziario, il settore secondario rimane uno dei principali.

L'Europa è una delle aree maggiormente industrializzate del pianeta.

Quali sono le ragioni storiche dell'ampia diffusione delle industrie in Europa?

L'ampia diffusione delle industrie in Europa ha delle motivazioni storiche: infatti le prime industrie sono nate proprio qui, durante la rivoluzione industriale avvenuta in Inghilterra alla fine del Settecento.

Oggi il ruolo dell'industria in Europa è lo stesso del passato?

Oggi il ruolo dell'industria in Europa non è più quello del passato.

Molti di quelli che erano dei grossi centri industriali, oggi sono in crisi per la forte concorrenza dei paesi extra-europei.

L'industria è diffusa allo stesso modo in tutte le zone dell'Europa?

Nonostante in Europa siano presenti molte industrie, esse non sono distribuite in modo uniforme, sia per quanto riguarda il loro numero, sia per quanto riguarda il tipo di attività che esse svolgono.

Esistono profonde differenze tra uno Stato e l'altro e, a volte, anche tra una zona e l'altra di uno stesso paese.

In cosa consiste il fenomeno della delocalizzazione?

In Europa, in tempi recenti, si è assistito ad un forte fenomeno di delocalizzazione: molti degli impianti industriali delle multinazionali, prima situati nell'Europa occidentale, sono stati trasferiti nei paesi dell'Europa orientale dove la manodopera è meno costosa.

Cosa si intende per deindu-
strializzazione?

Un altro fenomeno che ha caratterizzato l'industria europea degli ultimi decenni è quello della deindustrializzazione: con questa espressione si intende il calo degli addetti nel settore industriale dovuto soprattutto ad una sempre crescente automazione dei processi produttivi.

Qual è, in Europa, il numero di addetti al settore secondario, rispetto al totale della popolazione attiva?

In Europa, il numero di addetti al settore secondario, rispetto al totale della popolazione attiva, varia molto da paese a paese e si va dal 20% a poco meno del 40%.

Tale percentuale è, generalmente, più bassa nei paesi dell'Europa occidentale rispetto ai paesi dell'Europa orientale. Questo è dovuto h due ragioni. Nell'Europa occidentale:

  • l'automazione nelle industrie è maggiore;
  • il settore con il maggior numero di occupati è quello terziario.

Quali sono i settori dell'industria maggiormente sviluppati in Europa?

I settori industriali sviluppati in Europa, come si è detto, sono diversi nei vari Stati.

In linea di massima, un po' ovunque, sono presenti i settori dell'industria leggera come il tessile, l'alimentare e la telefonia mobile.

Il peso del settore siderurgico, estrattivo e meccanico si è fortemente ridotto rispetto al passato.

E' crescito, invece, il settore chimico-farmaceutico, quello delle biotecnologie e l'industria alimentare.

 
 


StoriaFacile.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

EconomiAziendale.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter