L'ALLEVAMENTO ESTENSIVO DEL BESTIAME

LE CARATTERISTICHE DELL'ALLEVAMENTO ESTENSIVO DEL BESTIAME

 

Cosa si intende per allevamento estensivo?

Si parla di allevamento estensivo quando grandi mandrie o grandi greggi vengono lasciati liberi in vasti pascoli.

Quali caratteristiche ha l'allevamento estensivo del bestiame?

Le caratteristiche principali dell'allevamento estensivo sono:

  • l'allevamento estensivo viene praticato in vaste aree generalmente poco fertili e poco adatte all'agricoltura;
  • gli animali sono lasciati liberi di pascolare. Ciò, dal punto di vista economico, comporta il sostenimento di un costo contenuto per l'alimentazione del bestiame;
  • non esistono stalle. Anche ciò, da un punto di vista economico, significa una riduzione dei costi anche se, come effetto negativo, vi è il fatto che gli animali subiscono le intemperie;
  • la densità dei capi è bassa, cioè il rapporto tra il numero dei capi allevati e l'estensione del terreno è basso. In altre parole l'allevamento estensivo può essere praticato solo su terreni molto estesi.

Dove viene praticato l'allevamento estensivo?

L'allevamento estensivo, proprio perché richiede grandi appezzamenti di terreno, viene praticato soprattutto nellepraterie dell'Argentina e del Brasile, in grandi proprietà terriere appartenenti a multinazionali o a latifondisti locali.

Esempi di allevamento estensivo si ritrovano anche in Australia e in Europa.

Quanta parte della produzione mondiale di animali viene da allevamenti estensivi?

Il 10% della produzione mondiale di animali proviene da allevamenti estensivi.

Quali sono gli animali che vengono maggiormente allevati in allevamenti estensivi?

Negli allevamenti estensivi si allevano soprattutto:

  • bovini;
  • ovini e caprini.

 
 


StoriaFacile.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

EconomiAziendale.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net