CLASSIFICAZIONE DEL TURISMO

TURISMO DOMESTICO, INTERNO, NAZIONALE, INTERNAZIONALE, DI TRANSITO

 

Come possiamo classificare il turismo?

Il turismo può essere classificato:

  • in base al tipo di spostamento;
  • in base al tipo di motivazione;
  • in base alla durata.

Come possiamo classificare il turismo in base al tipo di spostamento?

In base al tipo di spostamento il turismo può essere classificato in:

  • turismo in entrata;
  • turismo in uscita;
  • turismo domestico;
  • turismo interno;
  • turismo nazionale;
  • turismo internazionale;
  • turismo di transito.

Cosa si intende per turismo in entrata?

Il turismo in entrata è rappresentato dagli arrivi, nel paese, di turisti stranieri.

Il turismo in entrata è chiamato anche inbound tourism.

Cosa si intende per turismo in uscita?

Il turismo in uscita è dato dagli spostamenti verso l'estero dei residenti.

Il turismo in uscita è detto anche outbound tourism o outgoing.

Cosa si intende per turismo domestico?

Il turismo domestico consiste negli spostamenti che i residenti di un certo paese fanno all'interno del loro paese.

Ad esempio i viaggi che gli italiani fanno in Italia sono una forma di turismo domestico.

Cosa si intende per turismo interno?

Il turismo interno comprende:

  • sia il turismo domestico;
  • che il turismo in entrata.

Cosa si intende per turismo nazionale?

Il turismo nazionale comprende:

  • il turismo domestico;
  • il turismo in uscita.

Cosa si intende per turismo internazionale?

Il turismo internazionale è dato:

  • dal turismo in entrata;
  • e dal turismo in uscita.

Cosa si intende per turismo di transito?

Il turismo di transitoconsiste nello spostamento da parte di soggetti non residenti attraverso uno Stato, senza che tale Stato sia la loro destinazione finale. Il turismo di transito può essere accompagnato da brevi soste.

Ad esempio, la Svizzera e l'Austria, spesso sono luoghi di transito per i turisti che dall'Europa centro-settentrionale sono diretti verso i paesi del Mediterraneo.

Come possiamo classificare il turismo in base alla sua motivazione?

Con riferimento alla motivazione che spinge un soggetto a viaggiare possiamo dire che il turismo può avere:

  • motivazioni strettamente turistiche. E' il caso dei soggetti che viaggiano per motivi di piacere, per scopi culturali, per partecipare a manifestazioni sportive, per far visita ai familiari;
  • motivazioni non strettamente turistiche. E' il caso di soggetti che affrontano dei viaggi per motivi di salute (visite mediche, interventi in luoghi non di residenza), per motivi religiosi (pellegrinaggi), per motivi di studio, per trasferte di lavoro, ecc..

Come possiamo distinguere il turista in base alla durata del viaggio?

In base alla durata del viaggio il turista può essere distinto in:

  • escursionista, se il viaggio non supera le 24 ore e comunque non vi è pernottamento;
  • viaggiatore, se la visita supera le 24 ore. In quest'ultimo caso si differenzia:
    • il turismo di breve vacanza se non si superano le 4 notti di pernottamento;
    • il turismo di vacanza se si superano le 4 notti di pernottamento.

 
 


StoriaFacile.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

EconomiAziendale.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net