DANNI DELLA PESCA INTENSIVA

QUALI SONO I DANNI PROVOCATI DALLA PESCA INTENSIVA?

 

Perché la pesca intensiva ha effetti negativi sull'ambiente?

La pesca intensiva ha effetti negativi sull'ambiente a causa di un eccessivo sfruttamento dei mari.

Cosa provoca l'eccessivo sfruttamento dei mari?

L'eccessivo sfruttamento dei mari provoca, innanzitutto, un impoverimento della fauna marina. In alcuni casi si giunge fino all'estinzione di talune specie come le balene, l'aringa, le sardine africane, il tonno.

Cosa si intende per prede accessorie?

Un altro danno provocato all'ambiente dalla pesca intensiva è collegato con le cosiddette prede accessorie.

Quando si pesca una certa specie accade che anche altre specie rimangano impigliate nelle reti o, a volte, rimangono impigliati nelle reti pesci troppo piccoli che non è conveniente vendere. Questi pesci sono detti prede accessorie e vengono ributtati in mare privi di vita.

Quindi, con la pesca intensiva, non solo si priva il mare di quegli esemplari che vengono portati sulle tavole, ma anche di altri pesci che rimangono morti nel fondo di mari e oceani.

Quali altri danni causa la pesca intensiva?

La pesca intensiva è anche causa del notevole aumento delle meduse presenti nei mari. Ciò è dovuto alla cattura di alcune specie che sono i loro naturali predatori.

Inoltre, l'inquinamento delle acque provocato dall'uso di fertilizzanti in agricoltura, fa aumentare il plancton di cui si cibano le meduse, mentre diminuiscono, sempre per effetto della pesca, le altre specie che si nutrono di esso.

Non essendo più uccise da altre specie e avendo cibo in grandi quantità, le meduse proliferano nei mari.

 
 


StoriaFacile.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

EconomiAziendale.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net