LE RELIGIONI PRATICATA IN ITALIA

LA RELIIGONE CATTOLICA E LE ALTRE RELIGIONI PRATICATE IN ITALIA

 

Qual è la religione maggiormente praticata in Italia?

In Italia, la religione maggiormente praticata continua ad essere quella cattolica: circa 95 italiani su 100 sono battezzati.

Tuttavia, il numero dei fedeli praticanti è in continua diminuzione.

Cosa ha favorito lo sviluppo del cattolicesimo in Italia?

Sicuramente il fatto che Roma è stata, dai primi secoli del cristianesimo, la sede dell'autorità della Chiesa ha favorito lo sviluppo del cattolicesimo in Italia.

Come sono regolati i rapporti tra Chiesa cattolica e Stato italiano?

I rapporti tra Chiesa cattolica e Stato italiano sono regolati dai Patti Lateranensi stipulati nel 1929 e modificati nel 1984.

Tale accordo:

  • stabilisce come la Chiesa debba essere presente nel territorio, nelle scuole, nelle istituzioni pubbliche;
  • alcune forme di finanziamento delle attività del clero.

Vi sono, nel nostro paese, delle minoranze religiose?

Nel nostro paese, vi sono anche delle minoranze religiose:

  • ebrei, che si trovano soprattutto nelle principali città dell'Italia settentrionale e centrale;
  • ortodossi residenti soprattutto in Calabria e in Sicilia;
  • protestanti, tra i quali si hanno i Valdesi e i Metodisti situati soprattutto in Val Pellice e nella valle del Chisone nelle Alpi Piemontesi e in piccoli nuclei in Calabria;
  • Testimoni di Geova;
  • mussulmani, il cui numero è in crescente aumento per effetto dei flussi migratori provenienti dal Nord Africa e dal Medio Oriente;
  • buddisti ed induisti.

Lo Stato italiano ha stipulato accordi anche con le chiese e le religioni minori?

Lo Stato italiano ha stipulato accordi anche con le chiese e le religioni minori, ad esempio con le comunità ebraiche, con la chiesa valdese e quella metodista.

Lo Stato, inoltre, riconosce ufficialmente anche il buddismo.

 
 


StoriaFacile.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

EconomiAziendale.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net