www.SchedeDiGeografia.net   
  Torna alla home page Iscriviti alla nostra newsletter gratuita Mandaci una mail    
     
   
 
     
     
 
Il fiume Po
Le principali caratteristiche del fiume Po
 

 
Perché il Po è considerato il principale fiume italiano?

 

Il Po è considerato il principale fiume italiano per vari aspetti:
  • per la sua portata;

 

Dove nasce il Po? Il Po nasce a 2022 metri sul livello del mare dal Monviso nella Alpi Cozie.
Dove scorre il Po? Il Po scorre prevalentemente nella Pianura Padana il cui nome deriva da Padus, come veniva chiamato nell'antichità il fiume Po.

Esso non scorre al centro della Pianura Padana, ma maggiormente in prossimità degli Appennini.

Il suo bacino include il Piemonte, la Valle d'Aosta, la Lombardia, l'Emilia e il Veneto dove si trova il delta del fiume.

 

Quali città bagna il fiume Po? Il Po bagna Torino e Casale Monferrato. Sfiora Piacenza, Cremona e Ferrara.
Quanti e quali sono gli affluenti del Po? Gli affluenti del Po sono moltissimi.

Quelli di sinistra nascono tutti dalle Alpi. Tra questi il più lungo è l'Adda, mentre quello con una maggiore portata è il Ticino

Gli affluenti di destra nascono, prevalentemente dagli Appennini. Tra quelli che nascono dalle Alpi, il principale è il Tanaro, che è anche il più importante di tutti gli affluenti di destra sia per lunghezza che per portata.

 

I bacino del Po e i suoi affluenti

 

Quali caratteristiche hanno gli affluenti del Po? Il fatto che alcuni affluenti nascono dalle Alpi, mentre altri nascono dagli Appennini, ha come conseguenza che le loro caratteristiche sono diverse sia per ciò che concerne la portata che per il tipo di detriti trasportati.

Gli affluenti che nascono dalle Alpi hanno maggiore dimensione e portata, e sono più regolari rispetto a quelli che nascono dagli Appennini. Questi ultimi, oltre ad essere più brevi e con un regime maggiormente irregolare, sono anche più ripidi e carichi di detriti.

 

Qual è il regime del Po? Il Po è un fiume a regime composto o misto. Questo perché:
  • gli affluenti di sinistra, provenienti dalle Alpi, hanno acque abbondanti soprattutto in primavera e in estate quando si sciolgono le nevi e i ghiacciai;
  • gli affluenti di destra, provenienti dagli Appennini, hanno acque abbondanti in primavera e in autunno, quando sono maggiori le piogge, e hanno acque molto scarse in estate.

Quindi, quando l'apporto di acqua degli affluenti di sinistra è maggiore, è minore quello degli affluenti di destra, e viceversa. 

 

In quale mare sfocia il Po? Il Po sfocia nel Mare Adriatico.
Com'è la foce del Po? La foce del Po è un delta che si è formato nei secoli e che, ogni anno, avanza nel mare di 7 metri.

Indice argomenti sull'Italia

 

 
 

 

 

 

www.LezioniDiMatematica.net


 
www.StoriaFacile.net

 
www.EconomiAziendale.net

 
www.DirittoEconomia

 
www.LeMieScienze.net

 
www.MarchegianiOnLine.net

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della L. n.62 del 07.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Discaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681