www.SchedeDiGeografia.net   
  Torna alla home page Iscriviti alla nostra newsletter gratuita Mandaci una mail    
     
   
 
     
     
 
Il settore secondario
Le attività comprese nel settore secondario
 

 
Cosa si intende per settore secondario? Il settore secondario è costituito da tutte le attività industriali di trasformazione dei prodotti agricoli e delle materie prime in prodotti finiti o in semilavorati.

 

Come possono essere classificate le industrie? Esistono vari criteri di classificazione delle industrie. Ad esempio, esse possono essere distinte in base:
  • alla natura della produzione;
  • alla destinazione della produzione;
  • alla velocità di utilizzo del prodotto;
  • alle dimensioni dell'impresa.

 

 

Come distinguiamo le industrie in base alla natura della produzione? In base alla natura della produzione distinguiamo le industrie in:
  • industrie di base che dalle materie prime ottengono prodotti intermedi. Queste industrie sono dette anche industrie pesanti;
  • industrie manifatturiere che dai prodotti intermedi ottengono prodotti finiti. Queste industrie sono dette anche industrie di trasformazione o industrie leggere.

 

 

Quali sono i principali settori nei quali si divide l'industria di base? I principali settori nei quali si divide l'industria di base sono:
  • l'industria siderurgica che produce ferro, acciaio e ghisa;
  • l'industria chimica primaria che produce materie plastiche, fibre sintetiche e altri prodotti che sono ulteriormente trasformati dalla chimica fine.

 

 

Quali sono i principali settori nei quali si divide l'industria leggera?

 

I principali settori nei quali si divide l'industria leggera sono:
  • l'industria meccanica che produce mezzi di trasporto, macchinari impiegati nelle produzioni industriali, armi;
  • l'industria elettronica che produce macchinari automatici e digitali;
  • l'industria tessile che produce fibre e tessuti, e l'industria dell'abbigliamento che trasforma i tessuti in capi di abbigliamento;
  • l'industria alimentare che lavora i prodotti di origine vegetale ed animale per trarne degli alimenti;
  • l'industria chimica fine o secondaria che produce medicinali, cosmetici, additivi per alimenti, ecc. 

 

 

Quali altri attività sono comprese nel settore secondario?

 

Nel settore secondario sono compresi anche l'artigianato e l'edilizia.
Come possono essere distinte le industrie in base alla destinazione della produzione? In base alla destinazione della produzione, le industrie possono essere distinte in:
  • industrie che producono beni di consumo, cioè che producono beni destinati al consumo diretto da parte dei consumatori finali (esempio: elettrodomestici, abbigliamento, alimenti, ecc..);
  • industrie che producono beni strumentali, cioè beni che non vengono consumati direttamente, ma che sono usati da altre imprese come strumenti della produzione (esempio: macchinari, impianti, utensili, ecc..).

 

 

Come possono essere distinte le industrie in base alla velocità di utilizzo dei prodotti?

 

In base alla velocità di utilizzo dei prodotti, le industrie possono essere distinte in:
  • industrie che producono beni a breve ciclo di utilizzo, cioè beni a rapido consumo (esempio: prodotti alimentari, farmaci, ecc..);
  • industrie che producono beni a lungo ciclo di utilizzo, cioè beni il cui consumo avviene in un lungo arco di tempo (esempio: macchinari impiegati da altre imprese, veicoli, elettrodomestici, mobili, ecc..).

 

 

Come si possono classificare le industrie in base alle dimensioni? In base alle dimensioni le industrie possono essere distinte in:
  • piccole imprese;
  • medie imprese;
  • grandi imprese.

 

Questa distinzione può essere fatta sulla base di vari criteri (capitale investito, fatturato, ecc..), ma in genere il criterio più usato è quello del numero dei dipendenti. In questo caso si considerano:

  • piccole imprese quelle con massimo 50 dipendenti;
  • medie imprese quelle con un numero di dipendenti variabile da 51 a 500;
  • grandi imprese quelle con più di 500 dipendenti.

 

 

Come sono distribuite le attività secondarie nel mondo?

 

Le attività secondarie sono distribuite nel mondo in modo molto irregolare, molto più di quanto accada con le attività primarie e con quelle terziarie.

Inoltre, in alcuni paesi, il processo di industrializzazione è ancora a livelli preindustriali, mentre in altri esso è in una fase di decollo e, in altri ancora, le attività industriali sono superate, per importanza, da quelle terziarie e quaternarie.

 

Indice argomenti sulla geografia economica

 

 
 

 

 

 

www.LezioniDiMatematica.net


 
www.StoriaFacile.net

 
www.EconomiAziendale.net

 
www.DirittoEconomia

 
www.LeMieScienze.net

 
www.MarchegianiOnLine.net

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della L. n.62 del 07.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Discaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681