LE REGIONI AGRARIE DELL'EUROPA

LE PRINCIPALI AREE COLTIVATE IN EUROPA

Quali fattori incidono sul maggiore o minore sviluppo dell'agricoltura nei vari Stati europei?

I principali fattori che incidono sul maggiore o minore sviluppo dell'agricoltura nei vari Stati europei sono quelli fisici: tra essi soprattutto la presenza di terreni fertili ed il clima.

Le regioni dell'Europa centro-settentrinale (Danimarca, Germania, Repubblica Ceca , Polonia, Ungheria e Romania) sono quelle più ricche di terreni fertili, mentre in paesi come la Svezia, la Finlandia, la Scandinavia, l'Islanda e nella regione alpina l'agricoltura è poco diffusa.

Quante e quali regioni agrarie sono presenti in Europa?

In Europa possiamo distinguere quattro regioni agrarie:

  • la regione nordica;
  • la regione atlantica;
  • la regione continentale;
  • la regione mediterranea.

In cosa si differenziano queste quattro regioni?

Queste quattro regioni si differenziano per caratteristiche fisiche e climatiche e, di conseguenza, per le coltivazioni praticate.

In alcuni casi, da una regione all'altra, variano anche le tecniche di coltivazione, le dimensioni delle aziende agricole e le altre caratteristiche dell'attività agricola.

Quali aree dell'Europa fanno parte della regione nordica e quali caratteristiche presenta tale area?

La regione nordica comprende tutta l'Europa settentrionale.

In quest'area il clima è freddo e, per questo motivo, qui l'agricoltura è poco sviluppata, mentre sono diffusi l'allevamento e la silvicoltura.

Quali sono le principali colture della regione nordica?

Nella regione nordica l'unica coltivazione di un certo rilievo è l'orzo usato per produrre whisky e birra.

Quali aree dell'Europa fanno parte della regione atlantica e quali caratteristiche presenta tale area?

La regione atlantica comprende tutta le zone dell'Europa centrale e settentrionale bagnate dall'Oceano Atlantico.

In quest'area il clima è particolarmente umido e questo favorisce la crescita di pascoli naturali che permettono di ottenere abbondante foraggio.

Quali aree dell'Europa fanno parte della regione continentale e quali caratteristiche presenta tale area?

La regione continentale comprende tutta l'Europa centrale da occidente ad oriente.

Questa zona è caratterizzata da un clima temperato, da precipitazioni regolari, dalla presenza di pianure molto estese e da terreni fertili.

Qui, quindi, ci sono tutti i presupposti per lo sviluppo di una florida agricoltura.

In questa area l'agricoltura è intensiva fortemente meccanizzata e ciò consente di ottenere dei rendimenti che sono tra i più elevati al mondo.

Quali sono le principali colture della regione continentale?

Nella regione continentale si coltivano soprattutto:


In passato, nelle zone più settentrionali di tale area si coltivavano avena e segale, ma in tempi più recenti, l'ingegneria genetica ha sviluppato alcune varietà ibride di frumento, resistenti anche a temperature più rigide, che hanno preso il loro posto in quanto più redditizie.

Quali aree dell'Europa fanno parte della regione mediterranea e quali caratteristiche presenta tale area?

La regione mediterranea comprende tutte le zone dell'Europa meridionale bagnate dal Mare Mediterraneo e caratterizzate da clima mite, ma anche da precipitazioni irregolari con estati aride e da aree pianeggianti poco estese.

In queste aree la pratica dell'agricoltura spesso è stata resa possibile grazie al terrazzamento dei pendii e da opere di irrigazione.

Quali sono le principali colture della regione mediterranea?

Nella regione mediterranea si coltivano:

  • nelle zone più interne il grano duro, una coltura che non ha bisogno di molta acqua e che viene usata nella produzione della pasta;
  • nelle zone più irrigate
  • nelle pianure ricche di corsi d'acqua è presente anche la coltivazione del riso come accade nella Pianura Padana;
  • diffusa è anche la floricoltura.

 
 


StoriaFacile.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

EconomiAziendale.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter