www.SchedeDiGeografia.net   
  Torna alla home page Iscriviti alla nostra newsletter gratuita Mandaci una mail    
     
   
 
     
     
 
Abruzzo
Scheda della regione Abruzzo
 

 
La sua posizione in Italia: La posizione dell'Abruzzo in Italia

 

Il nome Abruzzo:

 

Il nome Abruzzo viene da Aprutium cioè terra dei Pretuzi: questo era il nome con cui, nel Medioevo, veniva chiamata una parte dell'attuale regione, quella corrispondente alla provincia di Teramo. I Pretuzi erano un popolo di origine fenicia.

 

DATI ESSENZIALI

 

Statuto:

Regione a statuto ordinario.

 

Superficie:

10.763 km2

 

La superficie dell'Abruzzo è pari al 3,6% del territorio nazionale.

 

Popolazione:

1.342.366 abitanti

 

Densità di popolazione:

 

125 abitanti per km2

Province:

L'Aquila - capoluogo di regione

Chieti

Pescara

Teramo

 

GEOGRAFIA FISICA

 

Confini:

a Ovest: Lazio

a Nord: Marche

a Est: Mare Adriatico

a SudMolise - Lazio

 

Territorio:

Montagna: 65% del territorio della regione

Collina: 35% del territorio della regione

L'Abruzzo è la regione più montuosa dell'Italia centro-meridionale

 

Monti:

Corno Grande (m 2914) - Gran Sasso d'Italia

Monte Amaro (m 2795) - Maiella

Monte Velino (m 2487) - Appennino Abruzzese

Monte Sirente (m 2349) - Gruppo del Sirente

Monte Cornacchia (m 2003) - Appennino Abruzzese

 

Le montagne abruzzesi appartengono all'Appennino Abruzzese: qui si trovano le più alte cime di tutto l'Appennino.

 

L'Appennino Abruzzese si presenta come un vasto altopiano calcareo dove si trovano vari fasci di catene montuose separate da vaste conche.

A Est troviamo i Monti della Laga, il massiccio del Gran Sasso d'Italia e la Maiella.

Al centro si ergono il Monte Velino, il gruppo del Sirente e  i Monti della Meta.

Ad Ovest si ergono i Monti Simbruini che appartengono solo in parte all'Abruzzo.

 

Il Subappennino si estende tra l'Appennino e il mare. I rilievi sono argillosi e aridi. Spesso vi si trovano i calanchi.

 

Valli:

Valle dell'Aterno - detta anche Conca Aquilana -  percorsa dal fiume Aterno

Conca del Fucino - percorsa dal fiume Sangro

Conca di Sulmona - percorsa dai fiumi Aterno e Sagittario

 

Nella Conca del Fucino, un tempo, si trovava un vasto lago prosciugato nella seconda metà dell'800.

 

I fiumi Aterno e Sagittario confluiscono nel fiume Pescara.

Valichi:

Forca Caruso

 

Colline:

Le colline abruzzesi sono sabbiose e argillose e sono addossate alla costa.

 

Coste:

Basse e uniformi

Spiagge sabbiose. Ghiaiose in prossimità della foce dei fiumi

 

Punta della Penna è l'unica sporgenza di una certa importanza.

 

Vicino al litorale si trovano fasce di pianure poco estese.

Golfi:

Golfo di Vasto

Il Golfo di Vasto è una rientranza di non grande rilievo essendo abbastanza aperto e privo di un porto naturale.

 

Porti:

Pescara

Ortona 

Vasto

Giulianova

 

Parchi nazionali, parchi regionali e riserve marine:

Parco nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga

Parco nazionale della Maiella

Parco nazionale Abruzzo, Lazio e Molise

 

In Abruzzo è presente anche un parco regionale quello del Sirente - Velino.

Inoltre, in provincia di Teramo, si trova la riserva marina Torre del Cerrano.

 

L'Abruzzo è la regione italiana con una maggiore superficie di ambienti naturali protetti: essi rappresentano il 28% dell'intera regione.

 

Fiumi:

Tronto - segna il confine con le Marche

Vomano

Pescara - nel primo tratto prende il nome di Aterno

Sangro

Trigno - segna in parte il confine col Molise

Salto

Liri

 

In Abruzzo i fiumi scorrono paralleli gli uni agli altri da Ovest verso Est. Tuttavia i fiumi che scendono dal Monte Velino, dal Sirente e dai Monti della Meta, nel tratto iniziale, seguono la disposizione delle catene montuose.

 

I fiumi non hanno una grande portata, ma il loro regime è abbastanza regolare.

 

Il fiume Sangro sfocia nel Mare Adriatico con un piccolo delta.

 

Il Salto e il Liri, a differenza degli altri fiumi che nascono in Abruzzo, non scendono dai monti verso il Mare Adriatico, bensì si dirigono verso il Lazio e sfociano nel Mar Tirreno, il primo dopo essere confluito nel fiume Velino, il secondo dopo essersi unito al fiume Gari per formare il Garigliano.

 

Laghi:

Lago di Scanno

Lago di Campotosto

Lago di Barrea

 

Il lago di Campotosto e il lago di Barrea sono laghi artificiali.

Clima:

Continentale all'interno.

Mite sulla costa.

Piogge/Nevicate: intense precipitazioni nevose sui rilievi

 

GEOGRAFIA ECONOMICA

 

Economia in generale:

Il territorio montuoso non ha favorito lo sviluppo economico della regione la cui economia è stata, per molto tempo, prevalentemente basata sull'agricoltura e la pastorizia.

 

Negli ultimi decenni l'Abruzzo ha registrato un notevole sviluppo economico grazie alla crescita del numero di piccole e medie industrie.

 

Agricoltura:

Cereali

Ortaggi - zone collinare e pianure costiere

Patate - Avezzano

Legumi

Barbabietola da zucchero - Conca del Fucino

Tabacco - Conca del Fucino

Alberi da frutto (fichi - pesche - ciliege) - zone collinari e pianure costiere

Olivo - zone collinari e pianure costiere

Vite - zone collinari e pianure costiere

Zafferano - Valle dell'Aterno

Liquirizia - Teramo

 

I territori coltivabili in Abruzzo sono pochi a causa della superficie prevalentemente montuosa.

L'agricoltura è praticata nelle valli e lungo la costa.

 

Le aree più fertili sono quelle delle conche appenniniche.

 

Allevamento:

Ovini

Equini

 

L'Abruzzo è l' regione italiana sia per numero di capi ovini allevati (3% della produzione nazionale) che per il numero di capi equini allevati (5% della produzione nazionale).

 

Soprattutto in passato l'allevamento degli ovini veniva praticato con il metodo della transumanza.

 

Pesca:

Ha un'importanza inferiore rispetto ad altre regione che si affacciano sul Mare Adriatico.

 

Industria:

Chimica

Alimentare

Meccanica

Tessile 

Abbigliamento

 

In Abruzzo, l'industria può sfruttare alcune risorse del sottosuolo quali la bauxite (Monte Velino) da cui si estrae l'alluminio e giacimenti di idrocarburi (Ortona - Vasto). 

 

In Abruzzo si producono energia idroelettrica, grazie alla presenza di numerosi laghi, ed energia eolica (Collarmele).

 

Sulmona è nota per la produzione di confetti e liquori.

Diffuse sono anche le produzioni artigianali di ceramica (Castelli) e ferro battuto.

 

Turismo:

Il turismo è diffuso sulla costa (Giulianova, Roseto, Francavilla al Mare), nelle zone dove si praticano gli sport invernali (l'altopiano di Campo Imperatore, Ovindoli) e nelle aree protette.

 

ALTRE NOTIZIE

 

Curiosità:

 

A Manoppello si trova la Basilica del Volto Santo dove è conservato il Velo della Veronica.

Indice argomenti Italia

 

 
 

 

 

 

www.LezioniDiMatematica.net


 
www.StoriaFacile.net

 
www.EconomiAziendale.net

 
www.DirittoEconomia

 
www.LeMieScienze.net

 
www.MarchegianiOnLine.net

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della L. n.62 del 07.03.2001.

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore.

Discaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681