FRANCIA

SCHEDA PAESE

La sua posizione in Europa:

Se escludiamo la penisola iberica e le isole dell'Islanda, dell'Irlanda e del Regno Unito, la Francia rappresenta lo Stato più occidentale dell'Europa: essa, cioè, rappresenta la parte più occidentale di quella che viene denominata Europa continentale, cioè l'Europa priva delle sue isole e delle penisole.

Alcuni, però, includono nell'Europa continentale anche le penisole: in questo caso la Francia non può essere considerato lo Stato situato più ad ovest dell'Europa continentale dato che questa posizione viene assunta dal Portogallo.

La posizione della Francia in Europa

DATI ESSENZIALI

643.427 km2


La Francia è il paese europeo per estensione.

62.814.233 abitanti

115,50 abitanti per km2 contro una densità media dell'Europa di 71 abitanti per km2.


La Francia presenta una delle densità medie più basse dell'Europa occidentale.

La densità di popolazione varia molto da regione a regione:

  • è elevatissima nella capitale e nelle aree circostanti;
  • è elevata anche nella zona di Lione, di Grenoble, nella aree fortemente industrializzate dell'Alsazia e della Lorena.

Forma di governo:

Repubblica semipresidenziale


Il Presidente della Repubblica ha più poteri rispetto a quelli di una Repubblica parlamentare come l’Italia, ma ne ha di meno rispetto ad una Repubblica presidenziale come gli Stati Uniti.

Suddivisione amministrativa:

La Francia è suddivisa in 13 regioni amministrative compresa la Corsica.

Ad esse si aggiungono 5 Dipartimenti e Territori d'Oltremare, ovvero ex-colonie francesi che continuano a far parte del paese. Essi sono:

  • Guadalupa;
  • Guyana francese;
  • Martinica;
  • Riunione;
  • Mayotte.

Capitale:

Moneta:

Lingua:

Francese


Il francese è una delle lingue più parlate al mondo. Si parla francese anche:

  • in alcune parti:
    • della Svizzera;
    • del Belgio;
    • del Canada;
  • nelle ex-colonie francesi.

In Francia sono presenti anche molte minoranze linguistiche:

  • il tedesco è parlato in Alsazia e in alcune zone della Lorena;
  • in Corsica si parla il corso, un dialetto italiano;
  • il fiammingo è parlato ai confini con il Belgio;
  • il catalano e il basco sono parlati ai confini con la Spagna;
  • il bretone, una lingua celtica, viene parlato in Bretagna;
  • il provenzale viene parlato in Provenza e Linguadoca.


Tra gli immigrati la lingua più parlata è l'arabo.

Religione:

Cattolica


In Francia vivono anche nutrite minoranze di mussulmani, protestanti ed ebrei.

Confini:

a Nord-Est: Belgio, Lussemburgo, Germania

a Est: Germania, Svizzera, Italia

a Sud-Est: Mare Mediterraneo, Principato di Monaco

a Sud-Ovest: Spagna, Principato di Andorra

a Ovest: Oceano Atlantico

a Nord-Ovest: Canale della Manica, Stretto di Dover


Appartiene alla Francia anche la Corsica che è la 4° isola del Mediterraneo dopo la Sicilia, la Sardegna e Cipro.

Forma:

La Francia ha la forma di un esagono irregolare.

Territorio:

Il territorio è prevalentemente costituito da pianure e da colline poco elevate.

Alpi - vetta più alta il Monte Bianco (1.410 m)

Pirenei


Rilievi minori:

  • Cevenne - dal Massiccio Centrale si dirige verso Sud;
  • Vosgi - alla sinistra del fiume Reno - non lontani dal confine con la Germania
  • Giura - al confine con la Svizzera.

Le catene montuose, anche quelle minori, sono situate in posizione periferica.


Le Alpi segnano il confine con l'Italia e la Svizzera.

Il versante francese è meno ripido di quello italiano.

Le vette alpine situate nel territorio francese superano i 4.000 m.

Tra la Francia e l'Italia, le Alpi sono attraversate da molti valichi: Tenda, Monginevro, Moncenisio, Piccolo San Bernardo.


I Pirenei segnano il confine con la Spagna.

Sono meno elevati rispetto alle Alpi: solo in alcuni punti superano i 3.000 m.

I Pirenei sono più difficili da superare rispetto alle Alpi perché dalla pianura si alzano ripidi pendii e perché pochi sono i valichi presenti. I principali sono Perthus (si pronuncia Pertü), Puymorens (si pronuncia Püimoràn) e Roncisvalle.


I rilievi minori sono tutti meno elevati rispetto alle Alpi e ai Pirenei poiché sono di origine più antica.

Altipiani:

Massiccio Centrale - nella zona centro-meridionale della Francia


Il Massicio Centrale presenta forme irregolari.

L'altitudine è, generalmente, superiore ai 1.000 m.

Colline:

Bacino parigino - colline che formano dei gradini concentrici sempre più bassi mano a mano che si avvicinano a Parigi

Piana di Aquitania - tra i Pirenei e il Massiccio Centrale

Valle del Rodano - tra il Massiccio Centrale e le Alpi

Valle della Loira - fra il Massiccio Centrale e la Bretagna

Ad esse si aggiunge la zona pianeggiante situata a nord-est della Francia e che prosegue nel Belgio

Coste:

Le coste francesi si estendono per oltre 3.000 km.

Esse hanno un aspetto molto vario:

  • le coste che si affacciano sul Mare del Nord sono basse e sabbiose;
  • sul Canale della Manica si alternano tratti bassi ed uniformi ad alte muraglie di roccia bianche denominate falaises (pronuncia: falès);
  • tra la foce della Senna e della Loira troviamo le penisole del Cotentin e della Bretagna. Quest'ultima ha coste rocciose e frastagliate. Di fronte ad essa si trovano vari isolotti e scogli;
  • scendendo ancora a Sud la costa atlantica si presenta bassa e a volte paludosa con la presenza di qualche piccolo promontorio;
  • tra la Gironda (cioè l'estuario che viene formato dai fiumi Garonna e Dordogna) e il confine con la Spagna le coste sono sabbiose, ricche di dune e stagni;
  • la costa Mediterranea si divide in due parti:
    • la zona occidentale, bassa e uniforme;
    • la zona orientale, fino al confine con l'Italia, che scende al mare con forti precipizi ed è ricca di baie e piccole isole.


Sulle coste della Manica e dell'Atlantico, le maree sono significative.

Isole:

Corsica - a Nord della Sardegna da cui è separata dalle Bocche di Bonifacio


L'isola è prevalentemente montuosa.

La vetta più alta è il Monte Cinto (2.710 m).

La costa:

  • occidentale è rocciosa e frastagliata;
  • quella orientale è pianeggiante. Qui si trova la Piana di Aleria.

I fiumi hanno regime torrentizio.

Il clima è mite sulle coste e più rigido nelle zone interne.

In passato l'economia era fondata soprattutto sull'agricoltura e la pastorizia e la popolazione viveva prevalentemente nelle zone interne.

In tempi recenti, lo sviluppo del turismo, ha portato parte della popolazione a spostarsi lungo le coste.

Marsiglia - sul Mar Mediterraneo;

Le Havre - sull'Oceano Atlantico.

Reno - segna il confine con la Germania - affluenti: Mosella, Mosa

Senna - nasce nella Borgogna e sfocia nel Golfo della Manica - attraversa Parigi

Loira - nasce nel Massiccio Centrale e sfocia nell'Atlantico - è il più lungo dei fiumi francesi - nella sua vallata sorgono dei famosi castelli

Garonna

Rodano - nasce nelle Alpi Svizzere e sfocia nel Mare Mediterraneo


La Francia è ricca di fiumi sia di grandi dimensioni che più modesti.

Essi hanno tutti una buona portata e regimi piuttosto regolari.

Sono collegati da molti canali navigabili formando così una buona rete di vie fluviali.


La Senna ha una pendenza modesta e, di conseguenza, ha un corso piuttosto lento.

La Loira ha un regime incostante, una forte corrente ed è soggetto a piene improvvise: per questo è poco navigabile.

Laghi:

Lago di Ginevra - situato tra la Francia e la Svizzera.


La Francia ha pochi laghi e di modeste dimensioni.

Regioni settentrionali e occidentali fino al Massiccio Centrale: temperature nè troppo alte, nè troppo basse. Piogge abbondanti soprattutto in inverno.

Regioni orientali: clima continentale con forti escursioni termiche tra estate ed inverno. Precipitazioni meno abbondanti.

Sulle Alpi, sui Pirenei e sui rilievi minori: inverni lunghi e rigidi. Precipitazioni soprattutto nevose.

Regioni meridionali: clima mediterraneo.

Aree protette:

Le aree protette rappresentano poco più del 11% del territorio francese.

In Francia troviamo 7 parchi nazionali, oltre quelli regionali e altre riserve.

Tra i parchi nazionali vi è anche il Parco della Vanoise che confina con il Parco del Gran Paradiso.

Popolazione:

In Francia vi è una discreta percentuale di immigrati (circa il 5%) provenienti:

  • da paesi che si affacciano sul Mediterraneo come Marocco, Algeria, Turchia, Portogallo, Italia, Spagna;
  • da ex-colonie francesi.

Città principali:

Parigi - la capitale - sorge lungo la Senna

Marsiglia - nel Golfo di Leone

Lione - lungo il fiume Rodano

Bordeaux - sulla Gironda

Tolosa - sulle rive della Garonna

Strasburgo - in Alsazia

Le Havre - sul Canale della Manica

Nizza - centro turistico sulla Costa Azzurra


Parigi è una della città più importanti al mondo sia dal punto di vista economico, che culturale ed artistico.

Fu fondata dai Parisii, una tibù gallica, su una piccola isola presente nella Senna dove oggi si trova la Cattedrale di Notre-Dame.

Nel VI secolo d.C., la città iniziò a crescere su entrambe le rive del fiume.

Nel periodo compreso tra il XVII e il XVIII secolo, i re di Francia costruirono numerosi edifici tra i quali:

  • il Palazzo del Louvre, che oggi è sede di uno dei musei più famosi al mondo;
  • il Castello di Versailles (si pronuncia Versai).

Durante l'ottocento Parigi subì dei profondi cambiamenti: molti quartieri del centro vennero abbattuti e vennero aperti degli enormi viali alberati detti boulevards (si prinuncia bulvar). Sempre nel corso dell'ottocento venne costruito uno dei monumenti più famosi di Parigi, ovvero la Tour Eiffel (si pronuncia tur eiffel).

Parigi è meta di molti turisti provenienti da tutto il mondo.


Marsiglia è il più importante porto della Francia e del Mediterraneo dove si concentra soprattutto il traffico di petrolio.

Essa è nota anche per la produzione di sapone: il famoso sapone di Marsiglia.


Lione è famosa, fin dal Medioevo, per le fiere e per l'industria della seta.

Attualmente nella città si trovano molte industrie tessili che producono soprattutto fibre sintetiche.


Strasburgo è sede del Consiglio d'Europa, del Parlamento europeo e della Corte internazionale dei diritti dell'uomo.

Economia in generale:

La Francia è tra le principali potenze economiche mondiali.

Il settore economico più importante è il settore terziario.

Il reddito nazionale francese è tra i più elevati al mondo.

Frumento - tra i maggiori produttori al mondo

Vino - produttore al mondo dopo l'Italia - principalmente nelle zone della Champagne, della Borgogna, di Bordeaux e sulla costa mediterranea

Barbabietola da zucchero - esportatore mondiale di zucchero dopo il Brasile


L'agricoltura è praticata su quasi tutto il territorio francese, ad eccezione delle zone montuose.

La grande varietà di climi consente di praticare colture molto diverse tra loro.

La presenza di estese pianure e l'uso di tecniche agricole moderne, rende questo settore molto produttivo.

La Francia è il primo produttore agricolo dell'Unione Europea e uno dei maggiori esportatori di prodotti alimentari.

Bovini - in particolare in Normandia

Animali da cortile

Suini


Molto famosi sono i formaggi francesi esportati in tutto il mondo.

La pesca è praticata in modo particolare nell'Oceano Atlantico e nel Mare del Nord.

Diffusa è anche l'acquacoltura, in particolare l'allevamento di ostriche, mitili e trote.

Bauxite - usata per produrre l'alluminio - prende il nome dalla città Les Baux

Petrolio - in modeste quantità

Chimica - di base, farmaceutica, cosmesi

Automobilistica - Renault, Citroen, Peugeot

Aeronatica civile e militare - Concorde, Mirage, Airbus

Elettronica

Telecomuincazioni

Tessile - circa il 30% della produzione dell'Ue


L'industria francese ha origini antiche essendo la Francia uno dei paesi europei di più antica industrializzazione.


Particolarmente rilevante, nell'ambito del settore tessile e dell'abbigliamento, è l'industria dell'alta moda.

Parigi è una delle capitali mondiali della moda: qui si svolgono le più prestigiose sfilate.

Tra i marchi francesi più noti ricordiamo Yves Saint-Laurent, Chanel, Christian Dior, Jean Paul Gaultier, Louis Vuitton.


Di particolare importanza è il settore energetico: grazie a numerose centrali nucleari, la Francia è in grado di produrre energia non solo per i propri bisogni interni, ma anche per l'esportazione.

Turismo

Commercio

Banche ed attività finanziarie


La Francia è la maggiore meta turistica al mondo.

Le località più visitate sono:

  • Parigi;
  • la Costa Azzurra - Cannes, Nizza, Saint-Tropez
  • le mete sciistiche sulle Alpi - Chamonix;
  • i castelli della Loira costruiti da nobili e re francesi in quello che viene chiamato il giardino di Francia;
  • il parco di divertimenti di EuroDisney.


La rete stradale è molto folta in modo particolare nella regione parigina e e lungo l'asse Parigi-Lione-Marsiglia.

Anche la rete ferroviaria è diffusa su tutto il territorio.

Parigi, con ben tre aeroporti, rappresenta il secondo scalo europeo dopo Londra.

Buoni sono anche i trasporti fluviali.

 
 
 


StoriaFacile.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

EconomiAziendale.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter