SPAGNA

SCHEDA PAESE

La sua posizione in Europa:

La Spagna si trova nella Penisola Iberica di cui occupa la maggior parte del territorio.

E' il paese europeo più vicino all'Africa da cui dista solamente 12 km: a separare la Spagna dall'Africa c'è lo Stretto di Gibilterra che segna il passaggio dal Mar Mediterraneo all'Oceano Atlantico.

La posizione del Spagna in Europa

DATI ESSENZIALI

505.370 km2


La superficie della Spagna rappresenta:


45.474.261 abitanti

94,6 abitanti per km2 contro una densità media dell'Europa di 71 abitanti per km2.

Forma di governo:

Suddivisione amministrativa:

La Spagna è suddivisa in 17 comunità autonome.

Capitale:

Moneta:

Lingua:

Spagnolo

A livello regionale sono riconosciute anche:

  • il catalano;
  • il galiziano o gallego;
  • il basco.


Lo Spagnolo è parlato in moltissimi paesi dell'America latina e da parte di molte minoranze negli Stati Uniti.

Religione:

Confini:

a Nord, e Nord-Ovest: Oceano Atlantico

a Ovest: Portogallo

a Sud-Ovest: Oceano Atlantico

a Sud: Gibilterra - che appartiene al Regno Unito

a Sud-Est ed Est: Mare Mediterraneo

a Nord-Est: Francia e Principato di Andorra


Appartengono alla Spagna:

  • le Isole Baleari - situate nel Mar Mediterraneo a pochi chilometri dal Golfo di Valencia
  • le Isole Canarie - situate nell'Oceano Atlantico

Territorio:

Il territorio è costituito prevalentemente da montagne ed altipiani.

Zone pianeggianti sono presenti solamente lungo alcuni grandi fiumi e lunto le coste del Mediterrano.

Pirenei - la vetta più alta è Pico de Aneto (m 3.404)

Cordigliera Cantàbrica - la vetta più alta è Picos de Europa (m 2.678)

Sistema Iberico

Cordigliera Bètica - qui si trova la vetta più elevata di tutta la Spagna (Mulhacén 3.478 m)

Sierra Morena


I Pireni segnano il confine con la Francia. Le vette più alte si trovano nel territorio spagnolo.

Le montagne presentano versanti piuttosto ripidi trattandosi di una catena giovane.


La Cordigliera Cantàbrica va dai Pirenei fino alla costa atlantica. Si tratta di monti più antichi rispetto ai Pirenei.

Essa è attraversata da molte valli strette che si presentano parallele rispetto alla costa.


La Cordigliera Bètica è meno elevata rispetto ai Pirenei e alla Cordigliera Cantàbrica ed formata da una serie di monti disposti in modo parallelo rispetto alla costa mediterranea.

Altipiani:

Meseta - nella parte centrale della Spagna


La Meseta occupa più della metà del territorio spagnolo.

La Meseta ha un'altitudine media compresa tra i 600 e gli 800 m ed è una zona semi-arida.

Essa è circondata da montagne:

  • la Cordigliera Cantàbrica a Nord;
  • la Cordigliera Iberica e i monti di Cuenca a Est;
  • la Cordigliera Bètica e la Sierra Morena a Sud;
  • le catene montuose portoghesi ad Ovest.

La Meseta è divisa dal Sistema Centrale in:

  • Meseta settentrionale;
  • Meseta meridionale.

Pianura dell'Ebro - lungo il fiume che prende lo stesso nome

Vallata del Guadalquivir - lungo il fiume che prende lo stesso nome

Vallata del Duero - lungo il fiume che prende lo stesso nome

Zone costiere di Valencia e Murcia

Coste:

La maggior parte dei confini spagnoli sono costituiti da coste: esse rappresentano circa 3.300 km.

Le coste sono per lo più poco frastagliate:

  • quelle mediterranee sono basse ed uniformi. Uniche eccezioni sono costituite:
    • dalla Costa Brava;
    • dalla Costa del Sol.
  • quelle atlantiche sono varie:
    • a Nord-Ovest, nella zona della Galizia, sono caratterizzate da strette e profonde insenature dette rias;
    • a Sud, nel Golfo di Cadice, sono basse e paludose.

Isole:

Baleari

Canarie


Le Baleari sono formate da 4 isole maggiori e da una serie di isole minori. Le isole principali sono:

  • Maiorca, la più estesa di tutte;
  • Minorca;
  • Ibiza;
  • Formentera.

Il territorio delle isole è prevalentemente montuoso e collinoso.

L'arcipelago gode di un clima mite e di moltissime bellezze naturali: per questo è meta di numerosi turisti.


Le Canarie geograficamente appartengono al continente africano.

Hanno:

  • origine vulcanica;
  • clima estremamente mite;
  • vegetazione florida.

Le isole principali sono:

  • Tenerife, dove si trova il monte più alto della Spagna, ovvero Pico de Teide (3716 m)
  • Gran Canaria;
  • Fuerteventura;
  • La Palma;
  • Lanzarote.

Barcellona - principale porto spagnolo ed uno dei più importanti del Mediterreo - importante soprattutto per il trasporto passeggeri;

Bilbao - importante per il traffico merci;

Siviglia - importante porto fluviale.

Ebro - scorre ai piedi dei Pirenei e sfocia nel Mar Mediterraneo

Guadalquivir - sfocia nel Golfo di Cadice (Oceano Atlantico)

Duero - si dirige in Portogallo (dove viene chiamato Douro) - sfocia nell'Atlantico

Tago - si dirige in Portogallo - sfocia nell'Atlantico

Guadiana - si dirige in Portogallo - sfocia nell'Atlantico


I fiumi spagnoli hanno tutti un regime irregolare con lunghi periodi di magra a cui si alternano periodi di piene impetuose e travolgenti. Per questo motivo:

  • scavano delle valli profonde denominate cañones (che si pronuncia caagnones);
  • sono poco utilizzabili per l'irrigazione;
  • in genere non sono navigabili.

Laghi:

In Spagna non si trovano laghi naturali di grandi dimensioni, bensì molti bacini artificiali che vengono impiegati per la produzione dell'energia idroelettrica.

Inverni freddi ed estati torride nella zona della Meseta.

Inverni miti ed estati molto calde a causa della vicinanza con l'Africa, in Andaluisa e sulle coste del Mediterraneo.

Pioggie scarse ad eccezione della zona settentrionale oceanica.


Nonostante la notevole estensione delle coste spagnole, l'interno del paese non risente dell'influsso mitigatore delle acque a causa delle montagne che circondano la Meseta e che rappresentano un ostacolo ai venti che provengono dal mare.

Aree protette:

Le aree protette rappresentano poco più del 9% del territorio spagnolo.

In Spagna si trova il Parque Nacional de los Picos de Europa, il più esteso di tutta l'Europa.

Popolazione:

La popolazione è formata da 4 diversi gruppi etnici:

  • galleghi;
  • castigliani;
  • catalani;
  • baschi.

Galleghi, castigliani e catalani sono tutti e tre di origine latina.

I baschi hanno tradizioni proprie e un grande spirito di autonomia.


La popolazione non è distribuita in modo uniforme sul territorio e ciò a causa delle caratteristiche fisiche del suolo e delle condizioni climatiche.

Città principali:

Madrid - la capitale - al centro della Meseta - sulle rive del piccolo fiume Manzanarre

Barcellona - capoluogo della Catalogna

Valencia - porto molto attivo ed importante centro industriale

Siviglia - capoluogo dell'Andalusia - sulle rive del Guadalquivir - importante meta turistica per la presenta di opere arabe e godiche


Madrid si è sviluppata intorno al XI secolo da un'antica fortezza araba.

Fu scelta come capitale proprio per la sua posizione al centro del paese.


Barcellona funge da punto di collegamento tra la Penisola Iberica ed il resto dell'Europa.

Economia in generale:

La Spagna non ha saputo sfruttare le grandi risorse minerarie, provenienti dal suo vasto impero coloniale, per accrescere la propria economia interna. Per questo non è riuscita a svilupparsi allo stesso ritmo degli altri maggiori paesi europei.

La ripresa economica si è avuta solamente negli anni più recenti dopo l'ingresso del paese nell'Ue.

Agrumi - nella zona di Valenzia e Catellón - la Spagna è uno dei maggiori produttori al mondo

Olio - produttore mondiale

Vite - produttore al mondo dopo Francia e Italia

Sughero - produttore al mondo


Nella zona settentrionale, fresca e umida:


Nella Meseta, dove il clima è secco:



L'agricoltura presenta aspetti diversi a seconda delle varie zone per due ragioni:

  • il clima diverso nelle differenti aree del paese;
  • la pratica
    • nella fascia mediterranea, di un'agricoltura irrigua ed intensiva;
    • nelle zone del centro -sud, di un'agricoltura estensiva.

L'agricoltura irrigua, cioè basata sull'irrigazione dei campi, è stata introdotta in Spagna dagli Arabi. Essa viene realizzata nelle huertas: orti situati tra zone aride a causa delle temperature elevate.

Nelle huertas l'irrigazione veniva effettuata un tempo solo grazie alle acque provenienti dalle falde sotterranee. Oggi si impiegano anche i bacini artificiali costruiti sulle montagne.

Ovini - soprattutto nelle zone centro-meridionali

Suini - posto al mondo

Bovini - soprattutto nelle zone nord-occidentali


In Spagna si alleva una specie particolare di ovini: le pecore merinos dalle quali si ottiene una lana pregiata.

L'allevamento dei bovini copre esclusivamente il fabbisogno nazionale e fornisce alcuni capi per gli spettacoli della corrida.

Dall'allevamento dei suini si ottengono dei prosciutti molto noti come il jamón serrano e il jamón de pata negra.

La pesca è molto diffusa lungo le coste dell'Oceano Atlantico dove si pescano sardine, tonni, acciughe, merluzzi e crostacei.

Mercurio - di cui la Spagna è uno dei principali produttori al mondo

Zinco

Ferro

Rame

Piombo

Uranio

Meccanica - in particolar modo nel settore automobilistico

Siderurgia

Metallurgia

Tessile

Cantieri navali

Alimentare - soprattutto per la lavorazione dei prodotti agricoli e del pescato


Le attività industriali sono concentrate soprattutto:

  • nella regione settentrionale;
  • nella zona di Madrid;
  • lungo la fascia costiera.


Sviluppate sono anche le attività artigianali, come:

  • carta;
  • sughero;
  • legno.

Turismo - settore estremamente importante per l'economia spagnola

Commercio


Per ciò che concerne il turismo, la Spagna è il secondo paese al mondo per numero di visitatori stranieri.

Le pricipali mete turistiche sono:

  • le città d'arte - Madrid, Toledo, Barcellona, Siviglia, Granada
  • i centri balneari - Costa Brava, Costa Dorada, Costa Blanca, Costa del Sol;
  • i centri di interesse religioso - Santiago de Compostela;


Le vie di comunicazione sono insufficienti rispetto alle esigenze del paese nonostante i miglioramenti effettuati tra gli anni '80 e '90 del XX secolo.

Discrete sono le vie di comunicazione marittime.

ALTRE NOTIZIE

Baschi:

I Baschi sono una popolazione non indoeuropea di cui non si conosce esattamente l'origine.

Essi iniziarono ad abitare i territori situati intorno ai Pirenei già nel Paleolitico.

Attualmente occupano quasi tutta la Biscaglia. Hanno come lingua ufficiale il basco.

Le loro origini differenti rispetto agli altri Spagnoli ha portato questo popolo a sentirsi diverso e a rivendicare sempre la propria autonomia a volte anche in maniera illegale e violenta.

Corrida:

Una delle manifestazioni folcloristiche più note della Spagna è la corrida che letteralmente significa corsa.

La corrida si svolge in un'arena e prevede varie fasi:

  • la sfilata con i valletti a cavallo, seguiti dai toreri, detta paseo;
  • la prima fase della corrida durante la quale i peones sventolano le cappe e incitano i tori a seguirli, con lo scopo di stancarli;
  • una seconda fase nella quale i banderilleros cercano di conficcare sul dorso del toro delle bandierine appuntite;
  • la terza ed ultima fase durante la quale il matador affronta il toro fino ad ucciderlo con la spada.

Oggi la corrida è oggetto di numerose critiche perché si tratta di uno spettacolo crudele per la lenta agonia a cui è sottoposto il toro e per il rischio di morte anche del torero.

Cammino di Santiago:

In Spagna è molto diffuso il turismo religioso: molti pellegrini percorrono il cosiddetto Cammino di Santiago attraversando il paese a piedi da est verso ovest e giungendo fino al santuario che si trova presso Santiago de Compostela dove sono sepolti i resti dell'apostolo San Giacomo (in spagnolo Santiago).

 
 
 


StoriaFacile.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

EconomiAziendale.net

LeMieScienze.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter